Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Retekurdistan.it | 19 giugno 2019

Seleziona una pagina:
Scroll to top

Top

Iran

Iran: 30 anni di carcere per avvocato per i diritti umani

L’avvocato per i diritti umani Amirsalar Davoodi in Iran è stato condannato a 30 anni di carcere e 111 frustate. Il 27enne, che difende anche la prigioniera politica curda Zeynab Jalalian, è accusato di „propaganda contro lo Stato“. Leggi tutto

PJAK: Stato di emergenza in Iran e Rojhilat

Il co-Presidente del movimento di liberazione PJAK del Kurdistan orientale, Siamand Moini, descrive la situazione in Medio Oriente come „critica“ e parla di una riorganizzazione della regione. Leggi tutto

PJAK sulla situazione in Iran: „Siamo pronti per ogni evenienza“

Come co-Presidente del PJAK, Zilan Vejîn si esprime su una possibile guerra tra gli USA e l‘Iran: „Con il nostro progetto ci siamo preparati a ogni situazione possibile.“ Leggi tutto

Le forze iraniane attaccano le vittime dell’inondazione: 4 morti

Le vittime del disastro in Iran e nel Kurdistan iraniano che hanno protestato contro l’immobilismo del governo sono state attaccate dalle Guardie Rivoluzionarie. In questi attacchi almeno 4 persone hanno perso la vita Leggi tutto

Per la libera organizzazione di donne e lavoratrici e dei lavoratori in Iran

Minerva, 28 anni, è una femminista marxista dell’Iran. Ha preso parte a diverse campagne di sinistra e lavora con un’organizzazione che organizza offerte formative per figli di lavoratrici e lavoratori e per bambini Leggi tutto

Ecoattivisti seqeustrati nel Kurdistan iraniano

La sera di capodanno nella città di Kamyaran nel Kurdistan orientale, tre ecoattivisti sono stati sequestrati dalle forze del regime iraniano. Da allora si sono perse le tracce degli uomini. Leggi tutto

Scoperto cadavere carbonizzato di un regista curdo

All’interno del suo veicolo in fiamme venerdì è stato scoperto il cadavere carbonizzato del regista Rahim Zabihi e di suo fratello Kaywan Zabihi. Gli uomini si trovavano sul sedile posteriore e avevano mani e piedi legati Leggi tutto

Pane, Lavoro, Libertà, Consigli!

Per il movimento iraniano delle lavoratrici e dei lavoratori, l’anno 2018 è stato un anno combattivo. Ora lo Stato reagisce con la repressione: attiviste e attivisti della fabbrica di zucchero di canna Haft-Tapeh Leggi tutto

Iran altre donne curde uccise

Il 13 novembre un’altra donna curda è stata “giustiziata” – cioè uccisa dal boia di Stato – in Iran. L’esecuzione è avvenuta nel carcere di Sanandaj. Imprigionata da cinque anni e accusata di omicidio Leggi tutto

KODAR: I curdi non si lasciano usare

Il movimento KODAR del Kurdistan orientale condanna la ricerca avviata dagli USA contro membri di spicco del PKK e dichiara che i curdi non si lasciano usare da nessuna potenza al mondo. Leggi tutto