Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Retekurdistan.it | 12 dicembre 2019

Seleziona una pagina:
Scroll to top

Top

Nessun commento

Messaggio dall’ospedale di Til Temir: Grazie, Alina Sanchez

Messaggio dall’ospedale di Til Temir: Grazie, Alina Sanchez

18 novembre 2019


L’ospedale che ha preso il nome dalla medica argentina Alina Sanchez (Lêgerîn) nella cittadina di Til Temir nel nord della Siria, si trova a soli pochi chilometri dal fronte.Solo pochi minuti separano l’ospedale Şehîd-Lêgerîn dal fronte a Tel Temir. La regione è esposta ai violenti attacchi dell’esercito turco e delle sue truppe ausiliarie jihadiste. Nell’ospedale lavorano oltre 100 persone. Sono distribuite su turni per tutta la settimana e l’intera giornata: chirurg*, tencic*, infermier*, sanitar* e autist* che portano nell’ospedale ferit* dal fronte e se necessario dall’ospedale in altre città per proseguire le cure.

La situazione dell’ospedale Lêgerîn e l’impegno di collaboratrici e collaboratori sono stati determinanti per salvare centinaia di vite umane. Il team dell’ospedale in un messaggio dalla regione contesa riferisce:

„Ieri sera è stato ricoverato un ferito 32enne con un grosso shrapnel di dieci-dodici centimetri nella pancia. I sanitari sono riusciti a raggiungerlo, a fermare l’emorragia e a portarlo in ospedale in meno di 20 minuti. Il team della sala operatoria lo ha accolto in sala, dove solo con difficoltà è stato possibile rimuovere la scheggia. Durante l’operazione sono state usate sacche di sangue che corrispondevano al gruppo sanguigno del ferito e alla fine il sangue è finito, tanto che la direttrice del team, che è anche co-presidente della Mezzaluna Rossa Curda, ha donato il suo sangue dato che ha lo stesso gruppo sanguigno del ferito. Molti organi del nostro paziente sono stati danneggiati: circolazione e vasi sanguigni, intestini, reni, ma alla fine è stato possibile salvargli la vita.

Se l’ospedale fosse stato più lontano o non ci fosse stato abbastanza sangue, il ferito sarebbe morto. Non solo questo paziente, ma anche dozzine di altri casi gravi arrivano all’ospedale di Til Temir e vengono salvati con lo stesso impegno e le stesse capacità.

Infine vogliamo dire che questo ospedale è stato costruito con l’aiuto delle nostre amiche e dei nostri amici in Italia per sostenere la gente di Tal Temir dopo che il cosiddetto Stato Islamico alcuni anni fa aveva fatto saltare in aria l’unico ospedale. E noi abbiamo dato all’ospedale il nome della nostra cara collega argentina Lêgerîn (Alina Sanchez), che insieme a noi è sempre stata nel posto giusto al momento giusto. Ti ringraziamo tanto Lêgerîn.“

Alina Sanchez come componente delle YPJ aveva il nome di battaglia „Lêgerîn Çiya“. Ha perso la vita il 17 marzo 2018 in un incidente automobilistico a Hesekê.

Fonte: ANF


Inserisci un commento