Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Retekurdistan.it | 18 gennaio 2020

Seleziona una pagina:
Scroll to top

Top

Nessun commento

Bombardati villaggi presso Til Temir

Bombardati villaggi presso Til Temir

13 novembre 2019


Da giorni i villaggi nei dintorni della città di Til Temir in Siria del nord vengono bombardato dall’esercito turco e dell’ENS e colpiti con armi pesanti.Questa mattina alle 9.45 ora locale è iniziato un nuovo attacco dell’esercito turco e delle sue milizie dell’ENS contro i villaggi dei dintorni della città di Til Temir (Tell Tamer) con artiglieria pesante. La regione è sorvolata da droni della Turchia che individuano le coordinate per il fuoco di mortai e obici. Nel villaggi colpiti Dawudiyê e Hiwêşa continuano a vivere civili.

Solo ieri le truppe di invasione avevano attaccato con armi pesanti i villaggi Qasimiyê, Rihaniyê, Mahmûdiyê, Um al-Keyf, Aziziyê, Dawûdiyê e i borghi Dilbo e Kinebir presso Til Temir con armi pesanti.

Le truppe turche puntano a scacciare la popolazione della regione per creare una zona di occupazione con una popolazione rispondente ai loro interessi. Per questo si intende creare una fascia turkmena larga circa cinque chilometri e dietro insediare profughi arabi provenienti dalla Siria.

Ieri in un attacco delle truppe di invasione turco-jihadiste contro la località Rihaniya nella regione di Xabur nel nord della Siria è caduto un combattente del consiglio militare arameo-arabo dei suryoye (Mawtbo Fulḥoyo Suryoyo, MFS). Altri tre membri dell’MFS sono stati fatti prigionieri. Lo si evince da un comunicato scritto pubblicato martedì sera dal coniglio militare in cui si annuncia che l’identità dei combattenti catturati verrà resa nota nei prossimi giorni.

La minoranza cristiana a Til Temir e nelle zone abitate lungo il fiume Xabur (Chabur/Khabour) è minacciata nella sua esistenza dalla guerra di aggressione della Turchia. Dieci giorni fa le Forze Democratiche della Siria (FDS) hanno consegnato il controllo militare al consiglio militare die suryoye. Nonostante un accordo su una tregua duratura, gli attacchi del partner Nato Turchia e del suo esercito proxy in Siria del nord e dell’est continuano senza sosta in quasi tutte le regioni. Soprattutto i territori presso Serêkaniyê (Ras al-Ain) e Til Temir vengono attaccate pesantemente. In questo modo la Turchia cerca di estendere la zona di occupazione.

Il MFS ha annunciato di continuare la sua resistenza per la difesa del territorio siriano, in particolare della regione Xabur, invitando però la Comunità Internazionale ad gire per fermare gli attacchi di invasione contro il Rojava.

Fonte: ANF


Inserisci un commento

Accetto
Navigando in questo sito accetti l'uso di Cookies e altri sistemi funzionali al funzionamento del sito web.Puoi negare il consenso tramite le impostazioni del tuo browser -Maggiori info