Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Retekurdistan.it | 19 settembre 2019

Seleziona una pagina:
Scroll to top

Top

Nessun commento

‘Bruceremo tutto se non saremo rilasciate insieme ai nostri mariti’

‘Bruceremo tutto se non saremo rilasciate insieme ai nostri mariti’

8 settembre 2019


Una donna di ISIS nel campo al-Hol ha urlato “Bruceremo tutto se non saremo rilasciate insieme ai nostri mariti detenuti dalle FDS,” lanciando minacce.Il campo è diviso in diversi settori, comprese tre sezioni delle famiglie dei mercenari di ISIS, bambini e donne vestite di nero dalla testa ai piedi, i bambini hanno libri che promuovono l’ideologia di ISIS.

Il campo Al-Hol, 45 km a est della città di al-Hasakah nel cantone di Al-Jazeera nel nordest della Siria, è diviso in sette settori dove si trovano rifugiati iracheni fuggiti dall’oppressione dei mercenari di ISIS durante l’attacco alla città irachena di Mosul nel 2014 che vivono nei settori 1, 2 e 3. Nel settore 4 vivono rifugiati delle regioni siriane(Aleppo, Homs, Deir-ez-Zor, Idlib, al-Raqqa e al-Tabqa) e nei settori 5, 6 e 7 le famiglie dei mercenari di ISIS, oltre a un settore privato chiamato “donne migranti” dove vivono mercenari stranieri di ISIS.

Il campo Al-Hol sta vivendo intense misure di sicurezza da parte delle forze della sicurezza interna ISF perché ci sono grandi numeri di famiglie di mercenari di ISIS che ancora credono nelle idee estremiste di ISIS,

Secondo l’Amministrazione Autonoma del Nordest della Siria famiglie di ISIS, in particolare bambini, necessitano riabilitazione e i loro Paesi di origine dovrebbero prendere in considerazione il loro ritorno a casa appena possibile per evitare rischi in futuro.

Di recente il comandante in capo delle FDS, Mazloum Abdi, in un’intervista con un giornale internazionale ha detto che il campo al-Hol che accoglie migliaia di famiglie di mercenari di ISIS di nazionalità straniera, arabi, occidentali e asiatici, è una bomba a tempo.

Di recente ci sono stati diversi casi che confermano le dichiarazioni del comandante in capo delle FDS, dove due elementi di ISIS hanno ucciso un giovane iracheno usando oggetti affilati e si sono verificati altri casi simili.

Il 29 luglio nel campo al-Hol è stato trovato il corpo di una donna di ISIS. Secondo le forze della sicurezza interna, la donna morta il cui corpo è stato trovato all’interno della sua tenda, era l’indonesiana Soder Minni, di circa 30 anni, e è stata uccisa da donne di ISIS all’interno del campo.

A metà luglio si è visto un video di bambini e donne di ISIS che issano una bandiera di ISIS su un palo nel campo al- Hol gridando slogan che glorificavano i mercenari.

Nonostante il fatto che l’amministrazione del campo al-Hol compia grandi sforzi per prevenire la diffusione delle idee dei mercenari di ISIS con l’apertura di scuole, campi ricreativi e sportivi, questo non basta perché le donne di ISIS impediscono ai loro bambini di frequentare le scuole e i centri ricreativi.

Di AHMED SAMIR – AHMED MOHAMMED

(T/S)

Fonte: ANHA 


Inserisci un commento