Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Retekurdistan.it | 11 dicembre 2019

Seleziona una pagina:
Scroll to top

Top

Nessun commento

Le HPG commemorano bambini uccisi a Dersim

Le HPG commemorano bambini uccisi a Dersim

19 luglio 2019


Lunedì a Dersim due bambini sono morti in un‘esplosione. Lo Stato turco ha affermato che i bambini sarebbero incappati in una „mina del PKK“. Le HPG smentiscono responsabilità, anche l‘IHD contraddice la versione ufficiale.Le Forze di Difesa del Popolo (Hêzên Parastina Gel, HPG) hanno rilasciato una dichiarazione sulla morte dei fratellini Ayaz (8) e Nupelda (4) Güloğlu che lunedì hanno perso la vita nella provincia di Dersim in Kurdistan del nord. L’esplosione si è verificata a Çakılyayla, un borgo nei pressi del villaggio Bilgeç nella provincia di Pilûr (Ovacık). Il bambino è morto sul posto, sua sorella poco più tardi nell’ospedale della vicina provincia di Xarpêt (Elazığ) per le gravi ferite.

L’ambulanza non aveva ancora raggiunto l’ospedale quando la stampa turca già annunciata che l’esplosione era stata causata da una mina non-convenzionale piazzata intenzionalmente da „membri dell’organizzazione terroristica PKK“ (intendendo la guerriglia curda). Tuncay Sonel, governatore della provincia ha parlato di „martiri“, affermando che lo darà ai genitori „un tetto“. Famigliari dei fratellini inizialmente avevano parlato della possibilità che i fratellini avessero pestato una carica esplosiva. In effetti in tutto il Paese ci sono circa un milione di mine, di cui almeno 10.000 nel terreno della zona di Dersim, che le autorità turche avrebbero dovuto eliminare già cinque anni fa. Questo è previsto dalla Convenzione di Ottawa sul divieto delle mine anti-uomo, al rispetto della quale la Turchia si è impegnata sottoscrivendola nel 2003. Questo obiettivo tuttavia non è stato raggiunto da Ankara, motivo per cui la Turchia ha chiesto e ottenuto una proroga del termine per lo sgombero delle mine. Secondo dichiarazioni governative, tutte le zone minate saranno completamente sgomberate entro l’anno 2022.

IHD e ordine degli avvocati contraddicono la versione ufficiale

Le HPG hanno smentito responsabilità nella morte di Ayaz e Nupelda e anche l’ordine degli avvocati di Dersim e l’associazione per i diritti umani IHD contraddicono la versione ufficiale. Entrambe le organizzazioni hanno visitato il luogo dell’esplosione accompagnate da esperti. Sospettano che la detonazione è stata causata da munizioni abbandonate dall‘esercito.

Zio dei bambini: Non può essere stata una mina

Questo lo pensa anche Zeynel Güloğlu, uno dei bambini uccisi. All’agezia stampa Mezopotamya Ajansı (MA) ha dichiarato: „Da tre anni mio fratello in primavera si traferisce nel borgo con la sua famiglia e il suo gregge. L’esplosione è avvenuta a pochi metri dalla loro tenda che mettono sempre lì. Inizialmente sospettavamo che poteva essersi trattato di una mina, ma quando abbiamo visto i corpi dei bambini è stato chiaro che doveva trattarsi di un altro oggetto esplosivo. Il punto dove si è verificato l’evento è un sentiero dal quale passano anche greggi di animali. Finora non era mai successo niente di simile. Non riusciamo a spiegarci come l’oggetto esploso sia arrivato lì. Il pubblico ministero non ci ha dato informazioni sulle indagini e ci ha detto di aspettare il rapporto. Che ci sarebbe stato un sopralluogo non lo sapevamo comunque.“

Nessun cratere, rocce integre, braccio del bambino lacerato

La versione ufficiale secondo la quale l’esplosione sarebbe stata causata da un dispositivo esplosivo piazzato nel terreno, solleva domande rilevanti. Il cratere dell’esplosione che dovrebbe essere presente, non esiste e anche le rocce non sono state spaccate. Non ci sarebbe nemmeno un graffio, ha dichiarato nel corso di una conferenza stampa la commissione dell’IHD che presume che l’esplosione sia dovuta a munizioni di tipo nuovo. Anche il fatto che la sede dei Jandarma di Kuşluca si trovi nelle vicinanze solleva dubbi. Il Presidente dell’ordine degli avvocati di Dersim, Kenan Çetin, ha fatto notare che il luogo dell’esplosione non è un territorio che è stato dichiarato dall’esercito una cosiddetta „zona di sicurezza speciale“, ma che nonostante questo regolarmente vi soggiornano unità speciali. „Abbiamo parlato con gli abitanti del villaggio. Hanno detto che siccome si tratta di una zona montuosa, è un apprezzato punto di osservazione visitato frequentato regolarmente. Dalla roccia presso la quale si è verificata l’esplosione si ha vista ideale su sulla regione. Fino a questo evento non era stato notato alcun oggetto fuori dalla norma. In ogni caso una mina è da escludere. Se così fosse, le vittime avrebbero ferite vistosa ai piedi. In questo caso invece al bambino è stato lacerato il braccio.“

IHD vuole esigere lo sgombero delle mine

L‘IHD pubblicherà il suo rapporto completo nei prossimi giorni. Inoltre l’organizzazione per i diritti umani vuole ottenere lo sminamento attraverso una querela.

Le HPG hanno espresso le loro condoglianze ai genitori dei bambini uccisi Ayaz e Nupelda. Nella dichiarazione pubblicata giovedì si legge: „Dopo l’evento a Dersim lo stato occupante turco ha lanciato la notizia che le nostre forze sarebbero responsabili della morte die due fratellini. Si tratta di crimine commesso ignobilmente dalle unità di guerra speciale degli occupanti. La Repubblica di Turchia fascista da anni cerca di spopolare questi territori e intimidisce le persone che si spostano sui pascoli di montagna.

L’esercito di occupazione turco ha trasformato molte regioni del Kurdistan in un campo di battaglia e aspira a ottenere una legittimazione per i suoi massacri per poter aumentare le dimensioni dell‘occupazione. Questo Stato colonialista, che ha la traduzione di perseguire con ardore piano sporchi per Dersim e che ogni giorno che passa commette massacri contro il popolo curdo, nella sua modalità consueta ha distorto i fatti per ingannare l’opinione pubblica. Il nostro popolo deve essere consapevole di questa tattica guerra speciale.

Per ogni massacro in Kurdistan la guerriglia di liberazione si vendicherà nei confronti dell’esercito turco di occupazione. Questo deve essere chiaro a amici e nemici. Noi condanniamo nel modo più duro questo attacco eseguito intenzionalmente e con metodi disumani contro il nostro popolo. Alla famiglia di Ayaz e Nupelda esprimiamo le nostre condoglianze.“

Fonte: ANF


Tags

Inserisci un commento