Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Retekurdistan.it | 20 settembre 2019

Seleziona una pagina:
Scroll to top

Top

Nessun commento

Attacco agli studenti ODTÜ fa nascere un’ondata di solidarietà

Attacco agli studenti ODTÜ fa nascere un’ondata di solidarietà

10 luglio 2019


Da 56 giorni studenti della rinomata università ODTÜ a Ankara con un’azione di occupazione protestano contro la costruzione di una casa dello studente statale illegale.
L’altro ieri sono stati attaccati e scacciati, poi è iniziato l’abbattimento degli alberi.

Da quando un’area di bosco con pioppi di quattro ettari che si trova nel terreno della rinomata Università Tecnica del Vicino Oriente (ODTÜ) ad Ankara è stata ceduta senza base giuridica dal rettore Mustafa Verşan Kök per 49 anni all’ente per i prestiti per il sostegno all’istruzione e amministrazione delle case dello studente (KYK), studenti protestano con un’azione di occupazione contro il progetto di costruzione. Per 55 giorni gli studenti si sono accampati nell’area dove si vuole costruire la casa dello studente per impedire il progetto edilizio illegale. In parallelo ovunque nel Paese ci sono state iniziative accademiche di solidarietà per far notare la resistenza degli studenti dell’ODTÜ. Alla fine Kök, che nell’elezione per il rettore dell’università dello scorso anno era arrivato solo secondo ed è stato nominato per l’incarico dal Presidente Erdoğan in persona, lunedì ha dato il via libera a un massiccio attacco di polizia. Verso le 9.30 di ieri circa cento poliziotti hanno assaltato il campus e con l’uso di violenza e lacrimogeni hanno scacciato i circa cento studenti di guardia nell’area del bosco minacciata. Alcuni sono stati arrestati, altri feriti. Quindi diversi studenti e dozzine di docenti si sono recati al rettorato per una protesta contro Kök, ma la polizia ha sbarrato loro il passaggio. In una dichiarazione è stata annunciata la continuazione della lotta contro la costruzione della casa dello studente illegale per proseguire la resistenza.

Casa dello studente statale: cavallo di Troia

Il progetto di costruzione sul campus della ODTÜ viene percepito da molti studenti come „cavallo di Troia”. La ODTÜ è uno degli istituti più liberali della Turchia, ha una certa autonomia e per questo non sotto il controllo completo del governo AKP. Diversi tentativi di sostituire il personale dell’università, che nel movimento studentesco del 1968 ha svolto un ruolo importante, con seguaci dell’AKP, finora non hanno avuto successo. Gli oppositori della casa dello studente statale dello KYK sospettano che dovranno ottenere un punto di raccolta centrale studenti conservatori nazionalisti vicini all’AKP. Più volte avevano portato la proposta di costruire la casa dello studente su un terreno non boschivo, che tuttavia è stato costantemente rifiutata.

Immediatamente dopo l’attacco, il rettorato ha fatto arrivare nel campus macchine per l’abbattimento degli alberi. Nel giro di poche ore sono state abbattute centinaia di alberi, come si può vedere nelle immagini aeree riprese con un drone. Deputati di CHP e HDP avevano cercato in vano di intervenire. Sono stati lasciati entrare nel campus solo quando era già troppo tardi.

Fonte: ANF


Inserisci un commento