Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Retekurdistan.it | 24 ottobre 2019

Seleziona una pagina:
Scroll to top

Top

Nessun commento

Sozdar Avesta: La KRG lascia alla Turchia territori del Kurdistan del sud

Sozdar Avesta: La KRG lascia alla Turchia territori del Kurdistan del sud

30 giugno 2019


Sozdar Avesta (KCK) a fronte dell’occupazione del Kurdistan del sud da parte della Turchia chiede unità nazionale impegni per un congresso nazionale. Al Presidente della KRG Nêçîrvan Barzanî suggerisce di mettere fine alla collaborazione con l’AKP.Come componente del Consiglio Esecutivo dell’Unione delle Comunità del Kurdistan (KCK), Sozdar Avesta in una trasmissione sul canale curdo Stêrk TV si è pronunciata sull’isolamento interrotto del precursore del PKK Abdullah Öcalan. Avesta nella trasmissione ha valutato anche la „operazione artiglio” turca che ha come scopo l’occupazione di territori del Kurdistan del sud. „Il KDP ha già lasciato alla Turchia territori importanti”, ha dichiarato Avesta, invitando la popolazione alla resistenza contro l’occupazione.

„La rottura dell’isolamento del precursore curdo Abdullah Öcalan che ha reso possibili nuove visite di avvocati e famigliari sull’isola carcere di Imrali è una conquista ottenuta grazie allo sciopero della fame di massa”, ha detto Avesta. Attualmente non sarebbe ancora prevedibile se siano state motivazioni legate alla strategia elettorale del partito di governo AKP a portare alle visite da Öcalan, ma gli incontri permessi fino ad ora avrebbero già modificato l’atmosfera in Turchia. „Il popolo curdo e quello turco hanno fatto un respiro di sollievo. Nel discorso pubblico si parla di nuovo di valori come la democrazia e la libertà e di idee per la difesa dei diritti fondamentali. Le persone sono di nuovo alla ricerca di giustizia. Fondamentalmente attraverso le visite è diventato chiaro che migliori condizioni di Öcalan e un intervento da parte sua, contribuiscono ad una semplice e più rapida soluzione dei problemi”, ha detto Avesta.

Öcalan è attore principale per dei negoziati

Dal punto di vista della parte curda, Abdullah Öcalan è il partner principale sia per la democratizzazione della Turchia sia per il collegato processo di pace e di negoziati sulla questione curda, ha aggiunto la ezida originaria di Êlih (Batman). „Rêber Apo ha la sua filosofia, ha una formazione scientifica e dispone di 50 anni di esperienza nella politica del Medio Oriente. Ha un progetto che vuole realizzare. Se lo Stato turco davvero persegue una soluzione dei problemi, dovrebbero esserci visite regolari da Öcalan. Questo tuttavia non basterebbe. Per Öcalan devono esserci condizioni nelle quali possa vivere e lavorare liberamente. Dovrebbe essere coinvolto nel processo di soluzione e poter aprire nuove prospettive”, ha chiesto Sozdar Avesta.

La caduta dell’alleana AKP/MHP è inarrestabile

Nel prosieguo della trasmissione Avesta ha affrontato la ripetizione delle elezioni del sindaco di Istanbul e ha ricordato la strategia dell’HDP di non presentare candidati propri nella metropoli strategicamente importante. Questa strategia alla fine ha contribuito alla vittoria contro la coalizione AKP-MHP. Secondo la tattica elettorale che si può riassumere nelle parole „vincere in Kurdistan e far perdere a occidente“, l’HDP nella ripetizione delle elezioni a Istanbul, così come nelle elezioni comunali del 31 marzo nelle altre grandi metropoli occidentali, aveva agito da „forza invisibile“. Sozdar Avesta ha riassunto che la strategia dell’HDP ha portato alla rottura del blocco fascista ed ha aggiunto: „L’AKP e l’MHP sono in caduta libera – nessuno ora può più arrestare la loro caduta. Ma le forze democratiche in particolare ora dopo le elezioni devono rafforzarsi, dare vita a nuovi progetti e assolutamente impedire che l’AKP-MHP si riprenda questa fase. L’alleanza di Istanbul andrebbe mantenuta. Al più tardi ora, a ciascuno è chiaro che il popolo curdo è un attore fondamentale.”

Il governo del Kurdistan del sud tende la mano ad Erdoğan

Nel corso della trasmissione Sozdar Avesta si è pronunciata anche sull’invasione turca in Kurdistan del sud. Non sarebbe la prima volta che la Turchia attacca territori del Kurdistan del sud per realizzare le sue ambizioni di occupazione: „Ci provano di continuo e in ogni tentativo di occupare il Kurdistan del sud incontrano la resistenza del movimento di liberazione curdo e della sua guerriglia che di fatto difendono il Paese come uno scudo umano. In questa occasione voglio salutare i e le combattenti delle HPG e YJA che da Haftanîn fino Xakurke si oppongono allo Stato turco occupante fanaticamente razzista e mettono un argine all’invasione. Penso prima di tutto a coloro che in questa lotta hanno lasciato la vita. Hanno difeso la dignità dell’umanità.“

Barzanî ha lasciato a Erdoğan territorio del Kurdistan del sud

Poi Avesta ha fatto riferimento alla responsabilità del governo autonomo del Kurdistan del sud (KRG) nel tentativo di occupazione della Turchia e ha detto: „Da quando Erdoğan è al potere, ogni volta che il suo governo è in difficoltà o subisce una sconfitta, l’apparato amministrativo di queste parti gli tende la mano. Nelle elezioni fungono sempre da presunto asso nella manica dell’AKP per cercare di conquistare i voti della popolazione curda. Nella maggior parte dei casi sono funzionari del KDP a comportarsi in questo modo.“ Dopo l’elezione di Nêçirvan Barzanî a Presidente della Regione del Kurdistan alla fine di maggio, i curdi e altre forze si sarebbero aspettati che Barzanî assumesse un atteggiamento diverso dai suoi predecessori. „Ma hanno sbagliato di gran lunga: in Kurdistan del sud attualmente vengono poste le fondamenta per una dinastia Barzanî. Gli eventi andrebbero valutati in questo modo. In un periodo in cui ci sono massicci attacchi, Barzanî poco prima delle elezioni a Istanbul si è recato in Turchia dove si è incontrato con Erdoğan. Per noi questa visita non rappresenta solo un sostegno alla campagna elettorale dell’AKP. Nell’incontro è avvenuta la consegna ufficiale di territorio del Kurdistan del sud. Un solo giorno dopo la vista di Barzanî in Turchia a Metîna sei vette strategicamente importanti sono state consegnate all’esercito turco“, ha sottolineato Avesta.

Appello alla popolazione

A fronte di questo una resistenza compatta del popolo curdo è indispensabile per evitare che lo Stato turco continui ad acquisire terreno in Kurdistan del sud. „Mi appello alla gioventù e alle donne, a student*, alle forze patriottiche e ai testimoni del massacro di Helebçe (Halabja), perché prendano parte alla resistenza contro l’occupazione. Ai deputati del Parlamento del governo centrale iracheno suggerisco di chiedere conto al Presidente della KRG se sono lealmente legati al loro Paese“, ha detto Avesta. In un messaggio a Nêçîrvan Barzanî ha sottolineato che l’attuale situazione è inaccettabile. „La sventura di cui soffre il popolo curdo deve trovare una fine. Dobbiamo tornare all’unità nazionale e riprendere gli sforzi per un congresso nazionale. Come Presidente della Regione Federale del Kurdistan solo questa è la strada giusta per Barzanî. Un atteggiamento diverso significherebbe la sua fine“, ha detto Sozdar Avesta.

Fonte: ANF


Inserisci un commento