Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Retekurdistan.it | 20 settembre 2019

Seleziona una pagina:
Scroll to top

Top

Nessun commento

KDP lascia altri territori all’occupazione turca

KDP lascia altri territori all’occupazione turca

24 giugno 2019


Mentre dal punto di vista militare l’operazione di occupazione del Kurdistan del sud stenta a procedere, il Partito Democratico del Kurdistan apre le porte agli occupanti politicamente. Altre cinque colline sono ora state lasciate all’esercito turco.

Secondo l’agenzia stampa RojNews due giorni fa le forze peshmerga del KDP nella zona della metropoli Zaxo si sono ritirate da cinque colline strategicamente importanti e le hanno lasciate all’esercito turco. Su una di queste colline che porta il nome Girê Serzêrik, i peshmerga del partito di Barzani tenevano la posizione da oltre 20 anni. Ora l’esercito turco metterà questi territori sotto il proprio controllo e da lì proseguirà la sua operazione di occupazione nel Kurdistan del sud.

Già nella notte del 22 giugno nella regione Kanimasi unità di peshmerga erano stati ritirati dalla vetta Dilman strategicamente importante e da sei postazioni nei pressi del confine. Anche queste postazioni sono state lasciate all’esercito turco.

Il ritiro dei peshmerga dalle basi nei pressi del confine è avvenuto dopo una vista del nuovo Presidente dell’Amministrazione Autonoma del Kurdistan del Sud, Neçirvan Barzani, presso il Presidente turco Erdoğan ad Ankara.

Alle 8.10 ora locale, l’esercito turco ha di nuovo bombardato territori in Kurdistan del sud. Obiettivo degli attacchi aerei erano la montagna Xantûr e la valle Pisaxa che sono entrambe collegate al distretto Zaxo. Zaxo si trova nel governatorato di Dihok della regione autonoma e si trova nelle immediate vicinanze del confine turco.

Fonte: ANF


Inserisci un commento