Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Retekurdistan.it | 19 giugno 2019

Seleziona una pagina:
Scroll to top

Top

Nessun commento

La Presidente EUTCC ha incontrato funzionari del Consiglio d’Europa

La Presidente EUTCC ha incontrato funzionari del Consiglio d’Europa

16 aprile 2019


La presidente di EUTCC , Kariane Westrheim, ha incontrato l’ufficio del Segretario Generale del Consiglio d’Europa.  La Presidente della Commissione Civica Unione Europea-Turchia (EUTCC), Prof. Kariane Westrheim, ha avuto un incontro con l’ufficio del Segretario Generale del Consiglio d’Europa per parlare della resistenza in sciopero della fame che chiede la fine dell’isolamento del Leader del popolo curdo Öcalan.

Anche il componente della Commissione Civica Dr. Dersim Dagdeviren e il rappresentante dell’HDP al Consiglio d’Europa Yagizay hanno partecipato all’incontro e presentato un fascicolo contenente le richieste della resistenza in sciopero della fame guidata da Leyla Güven e sulle condizioni di salute delle e degli attivist* in sciopero della fame.

Dopo l’incontro Kariane Westrheim ha detto che hanno discusso della situazione degli scioperanti e tramesso informazioni sulle loro condizioni di salute ai funzionari del Consiglio d’Europa.

Unico modo: mettere fine all’isolamento

Riaffermando che sostengono le richieste degli scioperanti, Kariane Westrheim ha detto all’ufficio del Segretario Generale del Consiglio d’Europa che è importante sollecitare lo Stato turco a mettere fine all’isolamento. L’EUTCC ha aggiunto che è importante ricordare allo Stato turco che dive rispettare le convenzioni che ha firmato con la CEDU.

Westrheim ha detto che l’unico modo di evitare morti è mettere fine all’isolamento.

Westrheim ha aggiunto che oltre 7,000 attivist* e prigionier* sono in sciopero della fame e che l’unica persona che può fermare lo sciopero della fame è il Leader del popolo curdo Abdullah Öcalan.

L’EUTCC ha aggiunto che è urgente accettare le richieste degli scioperanti e che la questione curda deve essere risolta con iniziative diplomatiche.

Funzionari della Segreteria Generale del Consiglio d’Europa hanno detto di aver tenuto incontri diplomatici con lo Stato turco e che avrebbero continuato negoziati per la soluzione del problema.

 

ANF


Inserisci un commento