Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Retekurdistan.it | 16 luglio 2019

Seleziona una pagina:
Scroll to top

Top

Nessun commento

Comunicato stampa: Incontro Make Rojava Green Again a Ginevra

Comunicato stampa: Incontro Make Rojava Green Again a Ginevra

16 aprile 2019


Questo fine settimana si è svolto a Ginevra un incontro della campagna “Make Rojava Green Again”. Oltre ad occuparsi di questioni ecologiste gli attivisti hanno dimostrato solidarietà per gli scioperi della fame nelle carceri turche.

 Questo fine settimana circa 30 delegati e attivisti provenienti da sei paesi differenti si sono incontrati a Ginevra, Svizzera, per la campagna ecologista “Make Rojava Green Again” (MRGA). Gli attivisti hanno discusso di come si possano sostenere dall’Europa il lavoro di riforestazione e altri progetti di sviluppo ecologico realizzati nella Siria settentrionale nell’ambito della campagna MRGA. Hanno inoltre parlato di come sia possibile collegare le diverse lotte ecologiste e i movimenti di resistenza nei loro paesi d’origine. Oltre a realizzare progetti a Rojava e a organizzare azioni concrete di solidarietà, MRGA vorrebbe costituire una piattaforma che colleghi i movimenti di base ecologisti e per il clima, le lotte anticapitaliste e antiimperialiste, le lotte per la liberazione di genere e il movimento curdo per la libertà. Il libro della campagna MRGA è già stato tradotto in diverse lingue e offre uno sguardo più approfondito sulle interconnessioni tra la questione sociale e quella ecologica.

Dopo l’incontro, molti attivisti hanno visitato l’attivista curdo Mehmet Ali Koçak durante il suo 54esimo giorno di sciopero della fame per dimostrargli la loro solidarietà e per capire meglio la resistenza rivoluzionaria in questo momento cruciale della storia: nelle prigioni turche e in Europa 7000 scioperanti della fame stanno protestando contro la politica fascista dello stato turco, l’incarcerazione di migliaia di attivisti curdi e l’isolamento di Abdullah Öcalan. Un saluto solidale è stato inoltre rivolto ad Anne di Copenhagen, attivista di MRGA attualmente trattenuta dalla polizia danese in Danimarcaper impedirle di raggiungere la Siria settentrionale e i progetti ecologisti. Ulteriori informazioni sul suo caso  saranno pubblicate nei prossimi giorni su makerojavagreenagain.org

ANF


Inserisci un commento