Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Retekurdistan.it | 12 dicembre 2018

Seleziona una pagina:
Scroll to top

Top

Nessun commento

KESK sotto processo per aver condannato l’occupazione di Afrin

KESK sotto processo per aver condannato l’occupazione di Afrin

30 novembre 2018


“I sindacati in tutto il mondo si sono schierati contro la guerra. Il dovere di un sindacalista è di tenere in vita la gente. La prima udienza di questo caso istruito nei confronti di 7 membri del Comitato Esecutivo Centrale (MYK) della Confederazione dei Sindacati del Pubblico Impiego (KESK) si è svolta giovedì.

Il caso è stato istruito dopo la pubblicazione da parte del KESK di una dichiarazione intitolata ‘Gli attacchi contro Afrin rendono il caos più profondo!’

Il co-Presidente del KESK, Mehmet Bozgeyik, il segretario generale del KESK, Ramazan Gürbüz e i loro avvocati hanno partecipato all’udienza nella 4° corte penale di Ankara.

Altri membri non hanno partecipato all’udienza perché sono stati ostacolati.

All’udienza hanno partecipato anche membri dell’Associazione Medica Turca (TTB), dell’Unione delle Camere degli Ingegneri e Architetti Turchi (TMMOB), dell’Associazione per i Diritti Umani (IHD) e della Confederazione dei Sindacati Rivoluzionari (DİSK).

Bozgeyik ha parlato per primo. “Quello che è sotto processo nel tribunale di Ankara è la pace”, ha detto.

Il segretario generale del KESK Ramazan Gürbüz ha aggiunto: “Nella dichiarazione che ho fatto nel periodo dell’inchiesta presso il dipartimento di polizia di Ankara ho visto che la polizia ha aggiunto alcuni file e post che ho condiviso nei social media che non erano relativi al caso. E quando ne ho chiesto contro, ho avuto una risposta interessante. Mi hanno detto che avevano bisogno di rafforzare il fascicolo, così aggiungevano cose.”

Gürbüz ha evidenziato che le indagini e i casi aperti intendono criminalizzare le confederazioni sindacali e i loro dirigenti. “I sindacati in tutto il mondo si sono schierati contro la guerra. Il dovere di un sindacalista è di tenere la gente in vita”, ha detto.

L’avvocato della difesa dei sindacalisti è intervenuto e ha presentato la difesa del suo cliente. A seguire è intervenuto il segretario generale dell’IHD, Öztürk Türkdoğan, che ha detto: “Quello che è successo ad Afrin era davanti agli occhi di tutti.”

Processo rinviato

La corte si è aggiornata e la prossima udienza si svolgerà il 7 marzo 2019 chiedendo che siano presenti gli altri imputati.

 

ANF


Inserisci un commento