Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Retekurdistan.it | 12 dicembre 2018

Seleziona una pagina:
Scroll to top

Top

Nessun commento

Dilan Diyaret Taşdemir HDP sulle ultime operazioni politiche

Dilan Diyaret Taşdemir HDP sulle ultime operazioni politiche

14 ottobre 2018


Le politiche misogine dell’AKP svelate dalle ultime operazioni. Dilan Dirayet Taşdemir,portavoce del’Assemblea delle donne di HDP e deputata per il parlamento di Ağrı, ha rilasciato una dichiarazione sulle ultime operazioni politiche contro il Partito Democratico dei popoli (HDP).“ C’è stato un attacco sistematico alle politiche democratiche, i suoi componenti, e le nostre istituzioni delle donne sin dal 7 luglio 2015-afferma- said Taşdemir – Lo scopo di questa concezione è di eliminare la democrazia e istituzionalizzare il fascismo.”

Taşdemir ha aggiunto: “ Gli arrestati in questa operazione sono i membri del Congresso della società democratica (DTK), dirigenti provinciali e distrettuali di HDP, esponenti delle assemblee delle donne di TJA e HDP ed i membri del Congresso democratico dell’Islam. Ci troviamo di fronte ad arresti particolarmente intensi di donne. 67 attiviste del TJA (Movimento della libertà delle donne) si tovano attualmente in detenzione di polizia. Questa è la continuazione e l’imitazione scadente delle precedenti operazioni. Circa 300 dei nostri compagni sono stati arrestati negli ultimi 6 giorni. Solo la notte del 9 ottobre, abbiamo avuto 158 compagni arrestati, compresi giornalisti, accademici e politici”.

Sottolineando che questa non è una operazione di detenzione ordinaria, Taşdemir ha aggiunto: ” Persone con un indirizzo esplicitamente noto hanno avuto le porte delle loro case e delle organizzazioni in cui lavorano fracassate e le loro abitazioni saccheggiate. La casa della nostra deputata di Hakkari Leyla Güven, che si trova in carcere dal febraio 2018 è stata perquisita, le sue porte distrutte. La sua abitazione è stata perquisita sebbene lei si trovi in prigione e chiaramente non a casa, ed è stata letteralmente saccheggiata”.

La deputata di HDP ha poi elencato alcune esempi di questa particolare operazione: “ Essi non sono contenti di tenere Leyla Guven come ostaggio; hanno saccheggiato la sua casa come parte delle loro politiche di intimidazione per infondere la paura nelle persone. Questi sono loro metodi nei confronti delle persone che continuano a parlare della volontà della volontà del popolo curdo e delle donne. Rompere la porta equivale a rompere la volontà”.

E inoltre, Dilan Dirayet Taşdemir ha affermato: “Hanno fatto irruzione nella casa di Güler Özsavcı, la co-sindaca della municipalità di Hazro, le hanno schiacciato il collo con gli anfibi e hanno usato violenza contro di lei. Güler Özsavcı è stata eletta dalla volontà della popolazione. Essi hanno puntato la pistola alla testa al nipote di 8 anni al nostro tesoriere nella sede provinciale di Diyarbakir”.

L’Akp sta cercando di coprire il suo fallimento.

Questa è la ragione di queste operazioni, che sono pubblicizzate nei titoli come un grande successo. “L’AKP- afferma Taşdemir – che ha condotto il paese in una posizione ingovernabile e ha creato la crisi, sta cercando di manipolare il suo fallimento attaccando la nostra gente e le donne. Stanno cercando di vendicarsi delle elezioni del 24 giugno attraverso queste operazioni e di dare il segnale di avvio per le elezioni amministrative”.

Le operazioni sono il risultato di politiche misogine

L’altro pilastro di queste operazioni sono, naturalmente, le politiche misogine dell’AKP. “ Più della metà dei detenuti sono donne- sostiene Taşdemir – Molte delle nostre amiche detenute sono attiviste del TJA e hanno portato avanti la linea della lotta per l’emancipazione della donna per anni. Dobbiamo sottolineare che hanno dato un grande contributo alla nostra lotta per il sistema della co-presidenza e oggi siamo qui grazie al loro lavoro e alla loro lotta. C’è un attacco massiccio alla lotta emancipazionista delle donne”.

Le donne che hanno svelato le politiche dell’AKP sono in fermo di polizia

In linea con questa politica, le donne di HDP che hanno svelato le politiche dell’AKP sulle donne sono i detenzione, sostiene Dilan Dirayet Taşdemir aggiungendo:” Migliaia di nostri compagni sono stati arrestati e molte di loro sono donne. Le nostre donne sindaco sono ancora tenute in ostaggio in carcere. Non puoi costruire da nessuna parte un fascismo monistico patriarcale dove esiste una vibrante lotta per la libertà delle donne. Questo è il motivo per il quale stanno attaccando ovunque la lotta in atto per la libertà delle donne”.

Dilan Dirayet Taşdemir ha termonato le sue osservazioni dicendo: “ La mentalità patriarcale dell’AKP è destinato alla sconfitta davanti a questa giustificata e legittima lotta. Condanniamo questi attacchi contro TJA e tutte le nostre compagne. Chiediamo l’immediato rilascio dei nostri amici”.

 

ANF

 

 

 

 


Inserisci un commento