Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Retekurdistan.it | 25 settembre 2018

Seleziona una pagina:
Scroll to top

Top

Nessun commento

È arrivato il momento! Libertà per Öcalan!

È arrivato il momento! Libertà per Öcalan!

5 settembre 2018


Crisi; La questione curda riguarda Iraq, Iran, Siria e in particolare la Turchia ed è uno dei maggiori problemi irrisolti del Medio Oriente. Per molti anni la Turchia, e ora ISIS, hanno minacciato i curdi con il genocidio. In questo confl itto sono state perse innumerevoli vite. Città e villaggi sono stati distrutti, si sono verifi cati attacchi genocidi. Milioni di persone sono diventate profughe disperse in diversi territori. Migliaia di donne sono state vendute in schiavitù da ISIS. SCARICA IN PDF SCARICA IN PDF: È ARRIVATO IL MOMENTO! LIBERTÀ PER ÖCALAN!

Il Medio Oriente è in una crisi profonda. Ma non è tutto nero, c’è speranza!

Speranza; Abdullah Öcalan, fondatore del Partito dei Lavoratori del Kurdistan (PKK), ha guidato la lotta per i diritti dei curdi per molti anni. Nel 1999, è stato sequestrate in Kenya e portato in Turchia. In carcere ha scritto numerosi libri che sostengono una democratizzazione della Turchia e dell’intera regione. Di recente ha ispirato la rivoluzione democratica e femminista nella Siria del Nord Syria / Rojava.

Öcalan è in isolamento in carcere ormai da quasi 20 anni sull’isola di Imrali, l’equivalente della Turchia di Robben Island. Per oltre 10 anni è stato l’unico prigioniero sull’isola. Nonostante le condizioni terribili, Öcalan non ha mai rinunciato alla speranza per una soluzione pacifi ca dei confl itti in Medio Oriente, specialmente della questione curda. Per molti anni il governo turco ha tenuto colloqui con lui su una risoluzione del confl itto. Nella Siria del Nord, persone ispirate dai suoi scritti hanno creato un sistema multi-etnico, multi-religioso democratico. Öcalan è diventato un simbolo di speranza per la pace e la democrazia in una regione tormentata.

Ispirazione; Non solo è stato in grado di trasformare la società curda portandola da un approccio statalista a un approccio confederalista, è stato anche abbastanza coraggioso da iniziare colloqui con lo Stato turco. Ha tracciato le basi teoriche e pratiche per la rivoluzione del Rojava, la liberazione dei curdi yazidi a Shengal e per il progetto dell’HDP in Turchia. Quindi le sbarre del carcere e i mezzi limitati non hanno potuto impedirgli di ispirare le persone.

Fiducia; La grande maggioranza dei curdi sostiene Öcalan. Nel 2005-2006, 3.5 milioni di curdi hanno fi rmato una petizione su di lui come loro rappresentante politico. È il leader che tra loro gode della maggiore fi ducia e il più importante simbolo di lotta per la libertà, la pace e la democrazia. Come Nelson Mandela, Abdullah Öcalan rappresenta la volontà politica del suo popolo e la sua libertà è essenziale per una pace duratura in Turchia, Siria e in Kurdistan.

Pace; Öcalan ha dedicato la sua vita alla lotta per la democrazia, la pace e la soluzione della questione curda. Ha dato inizio a numerose tregue unilaterali e presentato proposte costruttive. Dal 1993 in Avanti, i governi turchi che si sono succeduti, di quando in quando hanno avuto approcci con Öcalan e quindi hanno riconosciuto il suo ruolo chiave nella ricerca di una soluzione. Tra il 2012 e il 2015, il governo dell’AKP ha svolto dei negoziati con lui per due anni e mezzo, periodo durante il quale Öcalan ha proposto un piano graduale per raggiungere ottenere la pace, da misure per la costruzione della fiducia, al far tacere le armi sotto supervisione internazionale, fino a una soluzione politica permanente della questione curda. I colloqui sono cessati nell’aprile 2015, ma le proposte di Öcalan delineate nella sua “Road Map” restano della massima importanza.

Libertà; L’approccio nei confronti di Öcalan è sempre stato parallelo all’approccio nei confronti del popolo curdo. Non può esserci libertà senza la libertà dei prigionieri politici. La libertà di Öcalan è vitale per spezzare la logica militare del conflitto e spostare il baricentro in modo irreversibile verso negoziati pacifici.

È arrivato il momento

Mentre la crisi in Medio Oriente diventa più profonda e la Turchia scivola nella dittatura, la voce di pace e democrazia di Öcalan è più necessaria che mai. Lui è l’artefice che sta dietro la proposta di coesistenza dignitosa, quindi solo la sua libertà significherà che si può raggiungere la riconciliazione. Il potenziale c’è e le condizioni sono mature per raggiungerla. Ora è il tempo di ascoltare la gente: libertà non schiavitù! Pace, non guerra infinita! Democrazia, non dittatura! Questo è quello che sostiene Öcalan.

Il 15 febbraio 2019 segnerà il 20° anniversario del suo sequestro e della sua incarcerazione. Il 4 aprile 2019 sarà il 70° compleanno di Abdullah Öcalan. Noi lo vogliamo fuori per festeggiare insieme a lui. È arrivato il momento!

La campagna mondiale  “FREE ÖCALAN”

Come leader che gode della fiducia del popolo curdo e come progenitore di una soluzione pacifica, Öcalan è indispensabile per risolvere il conflitto turco-curdo. Ma non può svolgere il suo ruolo per via delle pesanti condizioni e della comunicazione estremamente limitata – al momento è tagliato fuori dal mondo esterno. Mettere fine a questo isolamento è il primo urgente passo. E c’è bisogno del tuo sostegno.

Milioni manifestano per la sua libertà ormai da molti anni. Oltre 10 milioni di persone hanno già firmato l’appello internazionale per la sua libertà. Abbiamo bisogno anche della tua voce!

LIBERTÀ PER ÖCALAN! SCARICA IN PDF

Sostieni la campagna! Discutine con la tua comunità a livello locale!
Per informazioni vista: freeocalan.org

 


Inserisci un commento