Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Retekurdistan.it | 14 novembre 2019

Seleziona una pagina:
Scroll to top

Top

Nessun commento

Şehba: Appello urgente per aiuti medici

Şehba: Appello urgente per aiuti medici

27 marzo 2018


In una conferenza stampa i Consigli Sanitari dei cantoni di Efrîn e Şehba hanno fatto notare che a centinaia di migliaia di civili è impedito l’accesso a farmaci e cure sanitarie. A Ehres i Consigli Sanitari dei cantoni di Şehba e Efrîn in una dichiarazione stampa comune hanno fornito informazioni sullo stato di salute di centinaia di migliaia di civili che nell’ambito degli attacchi dell’esercito di occupazione turchi-jihadisti sono stati evacuati da Efrîn verso Şehba. La dichiarazione stampa, alla quale hanno preso parte diversi collaboratori e volontari della Mezza Luna Rossa Curda (Heyva Sor a Kurd), è stata letta dal medico Dr. Azad Sebrî.

Sebrî ha sottolineato che diverse centinaia di civili hanno perso la vita durante gli attacchi aerei e via terra da parte dell’esercito turco e dei suoi alleati jihadisti, durati per 58 giorni e altre migliaia sono rimasti feriti. Il medico ha detto inoltre: „Per via dei massacri sistematici della popolazione civile diverse centinaia ai migliaia di persone sono state costrette a fuggire verso Şehba e Şêrawa. Anche durante la fuga innumerevoli civili hanno perso la vita e sono stati sepolti non lontano dal percorso di fuga.“

Le persone fuggite a Şehba e Şêrawa sono fuggite con nient’altro che i vestiti che indossavano e hanno vissuto nelle condizioni più difficili e malsane nella regione. I servizi medici dei Consigli Sanitari non basterebbero per coprire il fabbisogno di tutte le misure necessarie. „Diverse centinaia di migliaia di persone cercano di sopravvivere nella regione di Şehba in condizioni pericolose per la salute. C’è bisogno di acqua potabile pulita e di medicinali. Abbiamo anche seri problemi con le apparecchiature mediche“, così il medico.

Dato che il cantone non riceve sostegno da organizzazioni internazionali per gli aiuti umanitari, il Dr. Sebrî fa appello per il sostegno nelle cure sanitarie dei profughi.

ANF


Inserisci un commento