Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Retekurdistan.it | 17 luglio 2018

Seleziona una pagina:
Scroll to top

Top

Nessun commento

Corteo al Consolato russo- Firenze

Corteo al Consolato russo- Firenze

17 marzo 2018


La Comunità Kurda in Toscana ed il Coordinamento toscano per il Kurdistan partecipano al Corteo Antifascista in ricordo di Idy, contro la presenza di sedi fasciste in città e per la Solidarietà Internazionale del 17 Marzo a Firenze.

Oggi come ieri contro il fascismo con ogni mezzo necessario, chiudere le sedi dei fascisti.
Per la solidarietà internazionale, sosteniamo la Resistenza di Afrin!

Siamo anche noi in Piazza per sostenere la resistenza di Afrin e rompere il silenzio su quanto sta accadendo. Da oltre 50 giorni il cantone kurdo di Afrin, nel nord della Siria, amministrato e difeso dalle forze kurde YPG/YPJ, è sotto attacco da parte del regime islamofascista turco con l’obiettivo di indebolire il progetto di autogoverno e di emancipazione popolare e della donna portato avanti dalla sinistra kurda che fa riferimento al PKK. La città è difesa da migliaia di combattenti kurdi e da centinaia di internazionali, fra i quali un compagno partito da Firenze 9 mesi fa per contribuire attivamente alla lotta popolare contro le bande islamiste finanziate ed armate dal regime turco. Ed è soprattutto difesa da gran parte della popolazione, che ha rifiutato di abbandonarla per resistere, armi in pugno, alla resistenza contro l’occupazione.

Afrin oggi è il simbolo di un modello alternativo a imperialismo, capitalismo e fascismo, che resiste! Per questo in tutto il mondo milioni di kurdi e solidali si stanno mobilitando con manifestazioni, blocchi stradali, occupazioni di sedi diplomatiche e attacchi alle aziende che fanno affari con la guerra della Turchia, come Leonardo Finmeccanica colpita a Torino per le forniture militari fornite al regime turco.

Raccogliendo l’appello del movimento kurdo internazionale KCK e delle organizzazioni delle donne kurde denunciamo la complicità dei nostri governi che, da Berlusconi a Renzi fino a Gentiloni, continuano a sostenere Erdogan, in nome degli interessi economici e militari e del controllo dei fenomeni migratori da parte del dittatore turco. I kurdi del Rojava, per mesi incensati da media e occidente come unica forza sul campo nella lotta all’Isis, sono ora completamente abbandonati da UE, Usa, Russia e da tutta la comunità internazionale, ma soprattutto da parte di quell’opinione pubblica così sensibile alla retorica sessista delle “belle combattenti per la libertà” ed alla resistenza dei kurdi quando si tratta di sconfiggere lo Stato Islamico, ma del tutto indifferente quando la cd. “minaccia islamica” è rappresentata dal secondo esercito della Nato.

Siamo stati in presidio alla sede Rai di Firenze, sotto il Consolato Russo, nelle strade della nostra città per rompere il silenzio sull’attacco militare turco e per sostenere la Resistenza di Afrin e siamo ancora in Piazza a fianco degli antifascisti italiani, perché la nostra lotta è la lotta comune contro il fascismo e qualunque forma di sfruttamento e repressione. Oggi come ieri contro il fascismo con ogni mezzo necessario, contro l’aggressione turca sosteniamo la Resistenza di Afrin

Un grande saluto al compagno Orso, fiorentino che sta combattendo ad Afrin per la libertà

Prossimi appuntamenti cittadini in sostegno ad Afrin: 23 marzo ore 20.00 al Cpa Fi-sud, 24 marzo GIORNATA MONDIALE PER AFRIN, corteo per gli spazi ore 17.00 Piazza Puccini, 25 marzo Polveriera da Rifredi ad Afrin dalle 17.00,

7 APRILE CORTEO dal Consolato Usa al Consolato Russo

Comunità Kurda in Toscana, Coordinamento Toscano per il Kurdistan


Inserisci un commento