Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Retekurdistan.it | 23 giugno 2018

Seleziona una pagina:
Scroll to top

Top

Nessun commento

Erdoğan definisce l’Associazione medica turca “amanti del terrorismo”

Erdoğan definisce l’Associazione medica turca “amanti del terrorismo”

26 gennaio 2018


Il presidente e leader del Aprtito dello Sviluppo e della Giustizia (AKP) Recep Tayyip Erdogan ha denunciato la dichiarazione dell’Associazione medica turca (TTB) intitolata “La guerra à materia di salute pubblica” che ha espresso preoccupazioni sull’operazione militare avviata dalle Forze armate turche (TAF). Intervenendo alla riunione dei presidenti provinciali presso il quartier generale dell’AKP, il presidente Erdoğan ha parlato brevemente come segue.

Vogliono lanciare una campagna per protestare contro la guerra

“Alcune sezioni lo sentono bene. Oggi è il settimo giorno dell’operazione. 343 terroristi sono stati neutralizzati. Una sezione dell’Associazione medica turca, che è disturbata da questo, vuole condurre una campagna in segno di protesta contro la guerra. “Non abbiamo sentito questi amanti del terrorismo dire sì alla pace fino ad ora. Abbiamo mai sentito parlare di operatori del terrore dentro di noi da loro? No, non abbiamo mai sentito. “Sono coinvolti in questo. Non abbiamo sentito che quelli, che vanno a Qandil e cercano di fornire fondi attraverso i libri che hanno scritto, si sono schierati contro i terroristi. Il nostro passo è determinato. “Questi signori non sono mai stati locali e nazionali, non sono mai stati turbati dalle preoccupazioni di questo paese”.

Dichiarazione da parte dell’Associazione medica turca

I medici avvertono:

La guerra è una questione di salute pubblica fatta dall’uomo che causa danni alla natura e  agli umani e minaccia la vita pubblica.

Ogni conflitto, ogni guerra porta con se una enorme tragedia umanitaria con sè causando danni fisici,psicologici, sociale ed ambientali irreparabili.

Come membro di una professione che promette di far vivere le persone, teniamo presente che difendere la vita e cercare il clima di pace è il nostro dovere primario.

L’unico modo per affrontare la guerra è perpetuare una vita equa, democratica, egualitaria, indipendente e pacifica.

No alla guerra, pace subito!

Non stiamo occupando Afrin

Affermando che il Parlamento europeo vuole mostrare l’operazione ad Afrin come “occupazione”, Erdoğan ha proseguito:

“Non stiamo occupando Afrin. L’operazione della Turchia ad  Afrin riguarda solo organizzazioni terroristiche e terroristi.

“Voglio dire a quelli del Parlamento europeo che vogliono mostrare l’operazione come una occupazione. Andate e trovate l’occupazione in Libia, Ruanda, Mali. La nazione turca non ha agito sporadicamente. “

 

(EKN / TK)


Inserisci un commento