Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Retekurdistan.it | 18 dicembre 2018

Seleziona una pagina:
Scroll to top

Top

Nessun commento

Documenti provano accordi tra Turchia e IS

Documenti provano accordi tra Turchia e IS

12 gennaio 2018


Dopo la sconfitta di IS in Siria e Iraq l‘“Esercito Nazionale“ fondato dallo Stato turco recluta mercenari di IS che fuggono nella regione occupata dallo “Scudo dell’Eufrate“.  Dopo la sconfitta di IS in Siria e Iraq l‘“Esercito Nazionale“ fondato dallo Stato turco recluta mercenari di IS che fuggono nella regione occupata dallo “Scudo dell’Eufrate“. Un documento che porta la firma del consiglio militare e locale fondato dalla Turchia ad Al-Bab prova che membri di IS con un pagamento di 5.000 dollari di “rimborso spese“, vengono accolti nelle file dei gruppi Ehrar El Şerqiye e Şaidat. Il documento, datato 24 agosto 2017 contiene un avviso di segretezza, questo documento non deve essere divulgato su Internet o simili.

Fonti locali confermato che membri di IS vengono accettati nei gruppi appartenenti all‘ “Esercito Nazionale“. Le fonti riferiscono che i membri di IS vengono inseriti in gruppi come Ehrar El Şerqiye e Şaidat, ma anche Ehrar El Şam, Sultan Murat e Tecemua Şerqiye.

Secondo informazioni attuali circa 100 membri di IS dalle regioni di Raqqa e Dêra Zor si sono uniti ai gruppi “Scudo dell’Eufrate“. Inoltre pare che i capi di IS che non si uniscono allo “Scudo dell‘Eufrate“ ma vogliono attraversare il confine turco, lì trovano il necessario sostegno.

L‘Esercito Nazionale è stato fondato per riunire i gruppi dell’Esercito Libero Siriano (ESL) che si trovano nella provincia di Idlib e nella regione “Scudo dell‘Eufrate“. Il 30 dicembre 2017 nella città di Azaz si è svolto un incontro di circa quattro ore dopo il quale il Presidente del governo siriano transitorio Ebu Hattap ha ufficialmente annunciato la fondazione dell‘ “Esercito Nazionale“.

L’incontro per la fondazione è stato organizzato dalla Turchia e dal Qatar

II primi passi per fondare un “Esercito Nazionale“ sono iniziati a diventare concreti nel settembre 2017. A questo „Esercito Nazionale“ prendono parte 35 gruppi. Una fonte, il cui nome non può essere citato per motivi di sicurezza, ha riferito a ANF di questo processo di fondazione.

Il 26 settembre nella regione di Bab occupata dall’esercito turco si è tenuto un incontro speciale per la fondazione dell’ “Esercito Nazionale“. A questo incontro organizzato dallo Stato turco hanno preso parte gruppi armati da Bab, Azaz, Cerablûs e İdlib e una delegazione dal Qatar. La proposta della Turchia di unirsi sotto il nome di „Esercito Nazionale“ è stata accettata. Del finanziamento si sono dichiarati responsabili insieme lo Stato turco e il Qatar.

I governatori di Antep e Kilis hanno partecipato all’incontro con le milizie

Una fonte riferisce che il 24 ottobre 2017 si è svolta la seconda parte dell’incontro per la fondazione dell’ “Esercito Nazionale“. Sia i capi dei gruppi armati che il comandante delle forze speciali e rappresentanti del MIT, così come i governatori di Antep e Kilis hanno preso parte all’incontro a nome dello Stato turco. Nell’incontro si è discusso di usare i valichi di confine (Bab el Havva e Karkamiş) per la consegna di denaro per le spese dell’ “Esercito Nazionale“ e di organizzarlo in forma di tre corpi. Inoltre si è discusso dei mezzi necessari per trasformarlo in un esercito regolare. Sono stati anche decisi i nomi dei singoli corpi e chi li comanda. Un’altra decisione che è stata presa è stata che ogni gruppo consegni armi, veicoli e basi al „Ministero della Difesa“ del „Governo Transitorio Siriano“.

Chi assume la direzione?

Come comandante generale dell’ Esercito Nazionale il Ministro della Difesa del “Governo Transitorio Siriano“ Heysem Efeysi è stato reso noto il nome Fedillah El Heci, Ebdulcebar Egeydi e Hesen Merî sono i suoi vice. Alla guida dell’esercito prendono parte anche alcune persone del “Governo Transitorio Siriano“, ma le decisioni vere e proprie vengono prese dallo Stato turco. Viene sottolineato che per ogni decisione è necessaria l’approvazione dell’esercito turco.

Quindi il 1° corpo dell’ “Esercito Nazionale“ sarà guidato dall’ex comandante di Hamza Firkasi Seyf Ebu Bekir (Polat). Il 2° corpo verrà organizzato sotto il nome Sultan Murat. Il comandante di questa struttura sarà Fehim Isa. Il 3° corpo avrà il nome Fronte Şamiye e verrà guidato da una persona della Brigata Samarkand.

La paga viene dalla Turchia e dal Qatar

I responsabili di questi gruppi dichiarano di avere dai 20 ai 25.000 membri. Ma secondo la nostra fonte sono solo 14.000. Lo Stato turco e il Qatar mettono a disposizione di ogni membro dell’ Esercito Nazionale come paga 350 dollari e ai comandanti 1500 dollari.

Campi di addestramento a Ankara, Urfa, Antakya, Kilis e Mersin

Come obiettivo della fondazione dell’Esercito Nazionale viene indicato quello di combattere le Forze Siriane Democratiche (QSD). Il 7 ottobre 2017 per la prima unità di addestramento sono state inviate 150 persone dalla Liva Şimal. A Ankara, Urfa, Antakya, Kilis e Mersin sono stati preparati altri campi per persone destinate all’addestramento militare. Le unità di addestramento durano 20–30 giorni e vengono tenute da ufficiali dell’esercito turco. La persona responsabile dell’addestramento per l’ Esercito Nazionale è l’ex comandante di Liva Şimal noto come Neqip (capitano) Mustafa. In Siria come centro di addestramento per l’ Esercito Nazionale viene utilizzata la base militare Cebel Şex Aqil nei pressi di Bab.

Della prima fornitura di armi da parte dello Stato turco facevano parte granate, carri armati, veicoli blindati, mitragliatrici BKC, missili anti-aerei, missili, videocamere termiche, lancia granate, missili a guida termica e armi simili. Pare che lo Stato turco nei prossimi giorni fornirà altre armi.

I gruppi nell‘Esercito Nazionale

I seguenti gruppi fanno parte dell‘ Esercito Nazionale: Jabhat Şamiye, Firqet Hemze, Tecammua Fasteqim, Ceys El İslam, Suqurul Şam, Ensar El Sunna, Fırqel Ula, Liva El Vaqas, Lival El Fattah, Ahrar El Şam, Liva El Muntesir Billah, Lival El Muatasim, Firqe Şemaliye, Liva El Evvel, Liva El Rabia, Ceyş El Ehfet, Liva Semerkent, Foc El Mustafa, Foc El Evvel, Firqet El Seffa, Suqur El Şemal, Ceys El Neqbe, Fırqet Sultan Murat, Brigata Fatih Sultan Mehmet, Ehrar El Şerqiye, Liva El Şemal, Fırqet 23, Foc El Xamis, Brigata Suval El Cezire, Firqet El Tesia, Liva El Sultan Osman, Brigata Suleyman Şah, Liva El Evvel Meğavir, Heyet El Erkan, Governo Siriano Transitorio, Opposizione Nazionale Siriana.

L’esercito siriano ha iniziato un’operazione a Idlib

L’esercito siriano nel dicembre 2017 aveva iniziato un’operazione a sud di Idlib. Finora 80 villaggi sono stati conquistati dal regime. Si trovano al confine con la città di Sincar, significativa dal punto di vista strategico. Pare che l’esercito siriano voglia continuare l’operazione fino a quando avrà messo sotto il suo controllo l’aeroporto militare di Ebu-Duhur. Mentre l’ Esercito Nazionale“ riferisce di combattimenti con l’esercito siriano, fonti della regione dichiarano che tra il regime e le milizie finora non c’è stato alcun tipo di scontro.

Fonti militari: Non avranno successo

In questa situazione la dichiarazione del Ministro della Difesa del „Governo Transitorio Siriano“ Heysem Efeysi, che “si combatterà contro Regime, PYD-YPG e IS“, sembra mirare a conferire legittimità a questa compagine creata dallo Stato turco per l’occupazione di Efrîn. Ma è improbabile che questa creazione nata sotto la pressione dell’esercito turco avrà successo. Fonti militari regionali non ritengono che l’ Esercito Nazionale avrà una vita particolarmente lunga e sono dell’idea che sarà uno strumento nelle mani della Turchia come l‘ESL.

 

Mustafa Mamay


Inserisci un commento