Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Retekurdistan.it | 17 novembre 2017

Seleziona una pagina:
Scroll to top

Top

Nessun commento

Appello per lo sciopero generale a Mahabad

Appello per lo sciopero generale a Mahabad

12 settembre 2017


Le manifestazioni che sono partite dopo l’uccisione dei due kolber  nella città di Banê nel Rojhilat (Kuristan orientale) continue. Rappresentanti di ONG a Mahabad hanno rilasciato una dichiarazione scritta e hanno chiesto uno sciopero generale in città per domani. La dichiarazione scritta è stata firmata dall’Iniziativa del Popolo del Kurdistan Orientale e ha chiesto alla popolazione della città di non aprire i loro negozi e di non andare al lavoro fino alle 11 di domani.

Gli attivisti hanno dichiarato che essi vogliono risolvere le questioni che derivano dall’oppressione del regime attraverso metodi pacifici ma hanno scelto questa strada quando il regime ha scelto la via della forza. La dichiarazione afferma che il presidente iraniano Hasan Rouhani dovrebbe intervenire negli eventi e ha elencato le seguenti richieste.

– Le morti dei Kolbers e dei  kesibkar devono cessare

– Gli amministratori locali e Rouhani devono protestare per gli incidenti

– Essi dovrebbero scusarsi con la popolazione del Rojhilat

– Tutti gli arrestati devono essere rilasciati senza condizione

– Lo stato di emergenza di fatto nelle province curde deve essere rimosso immediatamente

– Le carte di lavoro confiscate ai kolbers devono essere restituite e Rouhani deve mantenere le promesse che ha fatto durante la campagna presidenziale alla gente.

– Deve essere garantita la sicurezza dei kolbers

La dichiarazione scritta termina con “Nessuna diga può trattenere l’alluvione del popolo”.

The written statement ended with: “No dam can hold back the flood of the people.”

ANF


Inserisci un commento