Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Retekurdistan.it | 21 maggio 2019

Seleziona una pagina:
Scroll to top

Top

Nessun commento

Detenzioni e arresti non possono ostacolare la nostra lotta

Detenzioni e arresti non possono ostacolare la nostra lotta

13 aprile 2016


Non passa giorno senza indagini, arresti e detenzioni di membri e dirigenti del nostro partito, delle organizzazioni non governative, di studenti universitari, di accademici, di autorità locali,e lavoratori pubblici in varie città.

Le operazioni illegali, condotte dall’AKP in cooperazione con la comunità Gülen nel 2011, vengono oggi condotte su istruzione del Palazzo. Il Palazzo tenta di marginalizzarci e di metterci al bando dalla sfera politica democratica indicando i deputati del nostro partito come un bersaglio.

Come parte delle citate operazioni,due giorni fa il nostro direttore finanziario Huseyin Yilmaz è stato posto in detenzione e al momento non è ancora stato processato.il Sig. Yilmaz è il nostro secondo direttore finanziario posto in detenzione negli ultimi 3 mesi, a seguito di Zeki Çelik, il precedente direttore finanziario.Le accuse a Yilmaz sono riservate a causa di un ordine di riservatezza nel fascicolo.

Conducendo operazioni quotidiane attraverso istruzioni dirette alla giurisdizione, il Palazzo ed il suo governo proseguono con le loro iniziative illegali.Oggi ci troviamo di fronte ad una mentalità che mette di fatto in vigore ogni modifica inserendola nel codice penale.

Ci appelliamo ancora una volta a tutti i membri della giurisdizione che obbediscono alle istruzioni del Palazzo/governo dell’AKP: A voi dovrà essere chiesto conto di tutte le azioni che violano i codici del diritto universale e democratico,e le convenzioni internazionali sottoscritte in passato dalla Turchia.

Alcuni giudici e pubblici ministeri che erano abituati ad essere lodati con notizie ed articoli,sono oggi detenuti nelle carceri,o sono fuggiti all’estero. Giudici e pubblici ministeri che erano abituati ieri ad essere tenuti in grande onore ,oggi sono annunciati come traditori.Domani non vi sarà nessuno scudo per proteggere coloro che oggi sono coinvolti in attività illecite.Gli autori di qualsiasi azione illegale cadranno in disgrazia nella storia del diritto e della democrazia.

Chiediamo la cessazione di tale arresto illegale e il rilascio immediato del nostro direttore finanziario Sig.Yilmaz.

L’oppressione e l’atrocità guida la determinazione dei popoli della Turchia e delle forze che lottano per la democrazia. Lo ripetiamo ancora una volta: i popoli della Turchia si uniscono nella lotta per la libertà, l’uguaglianza,la pace e la democrazia, e si schierano più forte contro le politiche del Palazzo / governo dell’AKP.

Comitato esecutivo centrale

Partito democratico dei popoli   HDP


Inserisci un commento