Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Retekurdistan.it | 16 ottobre 2019

Seleziona una pagina:
Scroll to top

Top

Nessun commento

Verranno incarcerate donne con i loro bambini per le danze durante la Giornata della Pace

Verranno incarcerate donne con i loro bambini per le danze durante la Giornata della Pace

14 aprile 2015


BURSA – Due donne nella città di Bursa verranno incarcerate insieme ai loro lattanti per il fatto che di avere danzato nella Giornata mondiale della pace.Nel Settembre 2013 centinaia di persone si erano radunate in una piazza pubblica nella città di Bursa per le celebrazioni della Giornata mondiale della pace,che viene celebrata in Turchia il 1° Settembre.

Il Partito democratico dei popoli(HDP)aveva convocato il raduno che era terminato senza incidenti,senza l’intervento della polizia.Un mese dopo la polizia aveva convocato 16 persone alla stazione di polizia,affermando che esse avevano partecipato ad un”halay ideologico”(in riferimento ad una danza tradizionale curda) e avevano ballato musica curda durante le celebrazioni.

Un giudice in ultima istanza aveva comminato a 16 partecipanti alla Giornata mondiale della pace pene minime di 10 mesi per aver danzato quel giorno.

Sevgi Polat e Semra Getiren,tra le 16 persone,hanno ognuna dei lattanti che sono nati durante il corso del loro processo.Esse terranno i loro lattanti in carcere con loro.Le donne affermano di essere state accusate perchè erano attive nel partito di opposizione HDP.L’AKP al governo aveva invitato di recente Sivan Perwer,a lungo in esilio,a tornare nel paese per un concerto ufficiale.

Semra ha dichiarato di non capire perchè ballare una canzone di un cantante che era un’invitato ufficiale del governo è un crimine.Il marito di Semra,anche lui coinvolto nel caso,verra incarcerato contemporaneamente a lei.Poiché il bambino non è stato svezzato,la coppia non può chiedere a un amico o un parente a prendersi cura del bambino.

“Le carceri non sono un ambiente appropriato per i bambini”ha dichiarato Selma,”Se c’è un problema con la salute del bambino,come lo stato renderà conto di quello che è stato fatto?”

Sevgi Polat,che andrà in prigione con il suo bambino di 11 mesi,ricorda che il giorno passato  a ballare trascorse pacificamente e la polizia presente non aveva fatto nessuno sforzo per intervenire alle celebrazioni.

Quando Sevgi è stata chiamata prima dal giudice,nel maggio del 2014,era incinta.Non poteva essere presente alla sua seconda udienza,perché lei aveva appena partorito. Ha detto al giudice che ballare Halay era una pratica tradizionale in occasione dei matrimoni.

Lo Stato ha mosso nuove accuse contro Semra e suo marito Sinan per aver ballato Halay al loro matrimonio affermando che la musica curda suonata era “propaganda per il PKK”.

 

Dilan Karamanoğlu /JINHA


Inserisci un commento