Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Retekurdistan.it | 18 settembre 2019

Seleziona una pagina:
Scroll to top

Top

Nessun commento

KCK: l’Iran ha avviato un processo pericoloso

KCK: l’Iran ha avviato un processo pericoloso

22 febbraio 2015


Il consiglio esecutivo della KCK ha condannato con forza l’esecuzione di tre attivisti curdi da parte dell’Iran,sottolineando che il governo iraniano ha avviato un processo pericoloso con la propria ostilità verso i curdi ed il suo utilizzo delle esecuzioni.La KCK ai curdi di protestare in ogni luogo conto le misure disumane dello stato iraniano.

Il consiglio esecutivo della KCK ha condannato l’esecuzione di Saman Nesimi,Hebibullah Efshari e di suo fratello Ali Efshari.

Le brutali politiche iraniane dovrebbero essere condannate e la lotta intensificata

Il comunicato della KCK ha sottolineato che invece di cercare una soluzione politica alla questione curda,il governo iraniano ha optato per l’esecuzione degli attivisti curdi.Il comunicato ha aggiunto che i curdi non sono i vecchi curdi e che hanno il potere di proteggere la loro esistenza,la loro libertà e le loro acquisizioni.

“Lo stato iraniano ha avviato un processo pericoloso effettuando queste esecuzioni,nonostante tutti i nostri avvertimenti.Lo stato iraniano dovrebbe scusarsi con il popolo curdo e abbandonare questa politica,ha affermato la KCK,chiedendo ale popolazioni curde in tutte e quattro le parti del Kurdistan e all’estero  di protestare contro le politiche disumane dello stato iraniano e  di intensificare la lotta in con determinazione. “

Behdinan – Anf


Inserisci un commento