Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Retekurdistan.it | 19 novembre 2019

Seleziona una pagina:
Scroll to top

Top

Nessun commento

Campo rock per protestare contro la diga di Ilisu

Campo rock per protestare contro la diga di Ilisu

25 agosto 2014


Un “campo rock”sta per essere allestito il mese prossimo ad Hasankeyf come parte degli sforzi per impedire la costruzione della diga di Ilisu, che lascierà l’antica città sotto l’acqua.Barajrock

L’iniziativa di Hasankeyf sta per allestire “Barajarock camp”vicino al Tigri ad Hasankeyf, per opporsi alla diga, che il presidente turco Recep Tayyip Erdogan afferma che deve essere completata entro il 2015.

400 persone incluse le organizzazioni della società civile ed ambientaliste,sono state invitate a partecipare al campo tra il 19 ed il 21 Settembre.

Şükran Aydın,il co-coordinatore del campo di solidarietà di Hasanleyf,ha affermato che l’intento del campo era quello di utilizzare la cultura della resistenza associata con la musica rock contro la costruzione della diga.Lei ha aggiunto:”vogliamo anche portare insieme le organizzazioni della società civile,collettivi ed ambientalisti da tutta la Turchia.Vogliamo dimostrare al mondo intero che,nonostante la costruzione della diga continua,noi qui ad Hasankeyf manteniamo la nostra resistenza “.

Aydın ha proseguito:”varie attività avranno luogo durante il campo.Ci saranno dibattiti,forum e seminari.Vogliamo produrre un nuovo spirito di azione e resistenza dalle decisioni prese in questi forum.Mostreremo al mondo che la resistenza sta continuando e che la nostra gente è determinata e che la loro cultura,lingua e la ricchezza storica non venga affogata”

Non permetteremo che il Kurdistan venga spopolato

Ömer Faruk Akyüz, il segretario dell’iniziativa per Hasankeyf ha affermato che daranno il via alla resistenza contro la politica di spopolamento del Kurdistan.Akyüz ha detto:”Crediamo che la diga venga costruita per ragioni politiche e non porterà benefici economici.Il progetto della diga di Ilisusta distruggendo la storia ed un intero ecosistema.Costruire dighe è parte della politica di spopolamento.Quindi noi non intendiamo limitare il campo a tre giorni. Vogliamo trasformarlo in una cultura di resistenza che sarà duratura . Noi includeremo le organizzazioni della società civile in questa resistenza. “

ANF – BATMAN 24.08.2014


Inserisci un commento